ANESTESIA CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

Chirurgia percutanea del piede
Chirurgia Percutanea del Piede Alluce valgo Metatarsalgia Dita a martello Unghia incarnita

Deformità e patologie trattate

L'anestesia

L'anestesia nella chirurgia percutanea è pertanto sempre locale o tronculare alla caviglia (una serie di iniezioni di anestetico alla caviglia), perchè è assai sicura e perché consente di eliminare ogni dolore sia durante l'operazione, sia nelle prime ore che la seguono; consente inoltre il movimento del piede, per cui il paziente può tornare alla sua abitazione camminando subito dopo l'intervento, senza bisogno di ricovero.

Le iniezioni di anestetico sono poco dolorose perchè si usano particolari espedienti per non far avvertire neanche l'ago, per quanto possibile, ricorrendo a pomate o spray anestetici che rendono la pelle insensibile all'ago.

L'anestetico usato è una miscela di anestetici per ottenere sia un effetto immediato, sia un effetto protratto per molte ore.

Per il periodo post-operatorio vengono consigliati analgesici che controllano il dolore anche una volta cessata l'anestesia.

Le foto illustrano alcuni tipi di anestesia possibili; volta per volta, in base al tipo d'intervento, l'anestesista deciderà se farne una sola o più; ad esempio, per l'intervento di alluce valgo bastano le iniezioni delle foto 1, 2 e 3.

anestesia del piede

foto 1

anestesia chirurgia piede foto 2
anestesia chirurgia percutanea

foto 3

anestesia cura del piede

foto 4

anestesia operazione piede foto 5