INSUCCESSI E RECIDIVE CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

Chirurgia percutanea del piede
Chirurgia Percutanea del Piede Alluce valgo Metatarsalgia Dita a martello Unghia incarnita

DeformitÓ e patologie trattate

Insuccessi e recidive

La chirurgia percutanea nella cura degli insuccessi e delle recidive.

Ogni intervento pu˛ comportare degli insuccessi o recidive; il chirurgo si accosta sempre al tavolo operatorio con l'intento di aiutare il suo paziente, ma statisticamente sa che su molte operazioni qualche insuccesso ci sarÓ comunque e che qualche volta sarÓ grave.

Ogni chirurgo vede i cattivi risultati degli altri colleghi; i due casi che seguono non sono occorsi all'autore del sito, ma Ŕ corretto affermare che nessuno Ŕ immune da tali evenienze; l'importante Ŕ sapere sempre cosa fare per risolvere il problema quando l'insuccesso ormai c'Ŕ stato.

La chirurgia percutanea, da sola o affiancata da altre tecniche mini-invasive, Ŕ di prezioso aiuto anche nel trattamento di insuccessi e recidive.

Caso 1 prima del reintervento: Recidiva di alluce valgo. Il paziente era stato operato di alluce valgo con tecniche di chirurgia aperta. E' visibile la cicatrice sul dorso del 2░ dito per concomitante correzione del 2░ dito a martello. La recidiva ha portato l'alluce a sollevarsi eccessivamente, con traumi ripetuti contro la tomaia della scarpa che hanno provocato una sofferenza dell'unghia.

Caso 1 dopo il reintervento: la chirurgia percutanea ha consentito la correzione della deformitÓ dell'alluce e l'unghia, sottratta al conflitto con la scarpa, Ŕ guarita.

Caso 2 prima del reintervento: Ipercorrezione con insorgenza di alluce varo.
La paziente aveva subito un intervento di chirurgia aperta per alluce valgo; purtroppo, subito dopo l'intervento si era instaurata una gravissima deformitÓ opposta dovuta a eccesso di correzione: l'alluce varo, associato a grave metatarsalgia.

Caso 2 dopo il reintervento: la correzione della deformitÓ e della metatarsalgia ottenuta associando tecniche percutanee con tecniche chirurgiche aperte mini-invasive.

insuccessi chirurgia percutanea caso 1 = prima del reintervento recidive chirurgia percutanea caso 1 = dopo il reintervento reintervento chirurgia percutanea caso 2 = prima del reintervento chirurgia percutanea caso 2 = dopo il reintervento