CHIRURGIA PERCUTANEA DELL'ARTRITE REUMATOIDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

Chirurgia percutanea del piede
Chirurgia Percutanea del Piede Alluce valgo Metatarsalgia Dita a martello Unghia incarnita

Deformità e patologie trattate

Piede e artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una grave malattia delle articolazioni che colpisce prevalentemente le mani e i piedi deformandoli e compromettendone la funzione.
Nel piede le deformità reumatoidi rendono assai difficoltosa e dolorosa la deambulazione e provocano spesso delle ulcerazioni a causa dello sfregamento con le calzature.
La terapia è multidisciplinare e deve avvalersi in particolare sia dello specialista reumatologo, sia del chirurgo ortopedico.

La chirurgia percutanea ha un ruolo importante perché consente di alleviare le sofferenze di questi pazienti, già assai provati, in modo veloce e con traumi chirurgici minimi.

Caso 1
Le immagini mostrano sia la mini-invasività della chirurgia percutanea (1 -B), sia la correzione che si ottiene a fine intervento (1-C) e che si conserva nel tempo (1-D); l'ulcera è guarita rapidamente una volta eliminate le deformità ossee che l'hanno provocata

Caso 2
2-A = Grave piede reumatoide con ulcere sull'alluce.
A 6 settimane dall'intervento, una volta corretto l'alluce, le ulcere sono completamente guarite (2 -B).

deformità reumatoidi

1A = piede con gravi deformità reumatoidi e ulcera del 2° dito

artrite reumatoide 1B = durante l'intervento cura artrite reumatoide

1C = aspetto a fine intervento

piede artrite reumatoide

1D = aspetto del piede a 6 settimane dall'intervento

chirurgia artrite reumatoide

2A = piede reumatoide con ulcere

artrite reumatoide del piede

2B = piede a 6 settimane dall'intervento